Presentazione pubblica a Villanova il 9 gennaio

Presentazione pubblica a Villanova il 9 gennaio

È in programma lunedì 9 gennaio alle 20.30 presso la sala Blu del Palazzone di Villanova un incontro pubblico di presentazione del progetto partecipato Più per Bagnacavallo, che ha l’obiettivo di individuare nuove forme di collaborazione fra i cittadini e il Comune per la gestione condivisa dei beni comuni.

Avviato a ottobre, il progetto ha già coinvolto all’inizio di dicembre associazioni e cittadini in un seminario di presentazione di alcuni esempi di gestione condivisa dei beni comuni a Bologna e Ferrara. Si stanno inoltre raccogliendo le prime proposte per la gestione di spazi pubblici, aree verdi e beni storici che saranno poi analizzate nel corso dei laboratori di discussione partecipata che prenderanno il via martedì 24 gennaio presso la sala didattica del Museo Civico delle Cappuccine.

I cittadini possono avanzare le loro proposte inviando una mail all’indirizzo partecipazione@comune.bagnacavallo.ra.it oppure compilando il form presente sul sito.

Per partecipare ai laboratori e ricevere informazioni sul percorso è possibile compilare la scheda di adesione.

Più per Bagnacavallo è realizzato con il sostegno della legge regionale 3/2010 della Regione Emilia-Romagna.

La sala Blu del Palazzone è in piazza Lieto Pezzi a Villanova di Bagnacavallo.

Idee per la città al seminario sui beni comuni

Idee per la città al seminario sui beni comuni

Ha preso il via con il seminario dedicato alle buone pratiche di gestione condivisa dei beni comuni, svoltosi venerdì 2 dicembre alle Cappuccine, il progetto partecipato Più per Bagnacavallo, che ha l’obiettivo di individuare nuove forme di partecipazione e collaborazione fra i cittadini e il Comune di Bagnacavallo.



Molto interesse fra amministratori, cittadini e rappresentanti delle associazioni hanno suscitato le esperienze maturate negli ultimi anni dai Comuni di Bologna e Ferrara nella gestione condivisa di spazi pubblici e aree verdi, iniziative di valorizzazione della memoria storica e di socializzazione.
Dopo il saluto del sindaco Eleonora Proni, a prendere la parola è stato Donato Di Memmo, responsabile dell’Ufficio Semplificazione amministrativa e Promozione della cittadinanza attiva del Comune di Bologna. Di Memmo ha illustrato l’esperienza bolognese di applicazione del regolamento adottato due anni fa, che ha consentito di accogliere le idee dei cittadini su beni comuni che meritavano di essere curati e costruire assieme a loro soluzioni di gestione. «Il regolamento» ha spiegato Donato Di Memmo «da un lato rende il cittadino protagonista in una “partecipazione del fare”, dall’altro consente all’amministrazione pubblica di essere semplice, mettere a disposizione i propri spazi e materiali e affiancare le persone fornendo supporto tecnico alle loro idee».
Ilenia Crema e Chiara Porretta dell’Urban Center Ferrara hanno poi presentato il progetto Ferrara Mia, nell’ambito del quale cittadini e Comune stanno elaborando un regolamento pensato per essere vivo nel tempo, mettere in rete le comunità e le loro pratiche di gestione condivisa dei beni comuni e accrescere la consapevolezza dell’importanza della collaborazione.
Il seminario si è concluso con le domande del pubblico, dalle quali sono scaturite già alcune idee di beni comuni da “curare” in modo condiviso.

Nelle prossime settimane, i cittadini potranno avanzare le loro proposte inviando una mail all’indirizzo partecipazione@comune.bagnacavallo.ra.it oppure compilando il form presente sul sito.
A gennaio, il Tavolo di Negoziazione costituito con le associazioni che hanno contribuito alla stesura del progetto si riunirà per fare una prima mappatura delle proposte per poi sottoporle ai cittadini nell’ambito dei laboratori che prenderanno il via martedì 24 gennaio alle 20.30 nella sala didattica del Museo Civico delle Cappuccine.
Per partecipare ai laboratori e ricevere informazioni sul percorso è possibile compilare la scheda di adesione.

Un progetto per la cura condivisa della città

Un progetto per la cura condivisa della città

Si intitola Più per Bagnacavallo il progetto presentato dal Comune al bando 2016 della legge regionale 3/2010 a sostegno di processi partecipativi e che si è classificato sesto su settantacinque progetti trasmessi, ottenendo così un contributo regionale di 2.750 euro.

A questi si aggiungeranno 2.250 già previsti dal Comune di Bagnacavallo per l’attuazione di un percorso che intende individuare “nuove forme di partecipazione per la collaborazione attiva fra cittadini e pubblica amministrazione nella cura condivisa dei beni comuni”, dove per beni comuni si intendono sia luoghi come aree verdi e spazi pubblici, sia iniziative di valorizzazione del territorio e delle relazioni sociali.

«Il territorio bagnacavallese è ricco di associazioni, nel nostro registro comunale se ne contano circa cento – commenta il sindaco Eleonora Proni. – Ma lo slancio dei cittadini nei confronti dei nostri beni comuni è ancora più ampio, e testimonia un senso di cittadinanza attiva che sarà la base di questo percorso e che vogliamo valorizzare. Obiettivo sarà anche quello di individuare forme più snelle di collaborazione, per rendere più efficace sia l’azione necessaria della pubblica amministrazione sia l’intervento civico della popolazione, sulla scorta degli esempi di regolamenti per la cura condivisa dei beni comuni che si stanno adottando in molte parti d’Italia.»

Dopo un confronto con le associazioni, il percorso sarà presentato ufficialmente alla stampa e alla cittadinanza e, come previsto dal bando regionale, avrà una durata di sei mesi.

Un seminario sulle buone pratiche di cura condivisa dei beni comuni

Un seminario sulle buone pratiche di cura condivisa dei beni comuni

È dedicato alle Buone pratiche di gestione condivisa dei beni comuni il seminario promosso per venerdì 2 dicembre a Bagnacavallo nell’ambito del progetto partecipato “Più per Bagnacavallo”.

Alle 18.30 nella saletta del Museo Civico delle Cappuccine si metteranno a confronto esperienze di gestione condivisa dei beni comuni fra cittadini e pubblica amministrazione di due grandi città emiliane, Bologna e Ferrara.

Dopo il saluto dell’Amministrazione comunale di Bagnacavallo a intervenire sarà Donato Di Memmo, responsabile dell’Ufficio Semplificazione Amministrativa e Promozione della cittadinanza attiva del Comune di Bologna, che porterà l’esperienza della città di Bologna nell’applicazione del Regolamento per la cura dei beni comuni urbani.

A seguire prenderanno la parola Ilenia Crema e Chiara Porretta dell’Urban Center Ferrara, che si confronteranno sul percorso del progetto Ferrara mia.

A chiudere i lavori sarà la presentazione delle prossime fasi del progetto Più per Bagnacavallo da parte di Francesca Benini, referente dell’Ufficio Partecipazione e Decentramento del Comune di Bagnacavallo, e dei partecipanti al Tavolo di negoziazione.

Il logo che mette al centro il cittadino

Il logo che mette al centro il cittadino

Sono i cittadini e il loro protagonismo nella vita della città i protagonisti del logo ideato da Francesco Galli di Studio Immagine di Bologna per il progetto “Più per Bagnacavallo”.

Giocato sui colori del blu, del rosso e del grigio, il logo è nato dall’incontro fra l’idea delle persone che saranno coinvolte nel percorso e, soprattutto, nella messa in pratica dei suoi frutti e il dinamismo che sottende un atteggiamento attivo e partecipato alla vita della città e alla sua cura.

Il logo, al quale si aggiunge il sottotitolo “Partecipazione e cura condivisa dei beni comuni” sarà utilizzato in tutto il materiale di comunicazione e accompagnerà, dopo la conclusione del progetto di partecipazione, tutte le iniziative che l’amministrazione comunale porterà avanti su questi temi.

Laboratori di discussione partecipata

24 gennaio, 7 febbraio 2017 – ore 20.30
saletta del Museo Civico delle Cappuccine

Conosciamo le iniziative di cura del territorio già presenti nel nostro comune. Valorizziamo l’attività di associazioni, gruppi di cittadini e singole persone impegnate nella cura dei beni comuni.

Scriviamo assieme la Carta dei beni comuni da consegnare al Consiglio comunale.

World Cafè

11 marzo 2017 – ore 10
convento di San Francesco

Interroghiamoci sui beni comuni di Bagnacavallo e sulle idee che abbiamo per prendercene cura durante una giornata di conversazioni costruttive con la metodologia del world cafè.

In piccoli gruppi potremo confrontarci a rotazione sui temi proposti, e dopo una sosta per il pranzo potremo condividere assieme i nostri progetti per la città.

Festa della partecipazione

2 aprile 2017 – ore 15
parco delle Cappuccine

Facciamo festa a conclusione del percorso, presentando alla città i risultati raggiunti e i temi di cui abbiamo discusso e che ci hanno appassionato.